Marcel Vanaud

baritono

 

Dopo aver ottenuto il primo premio di Canto e d’Arte Lirica al Conservatorio di Bruxelles, Marcel Vanaud ha frequentato il Conservatorio di Liegi. E’ poi entrato a far parte dell’ensemble dell’Opera di Wallonie debuttando a Bruxelles con Le nozze di Figaro, Don Giovanni, Così fan tutte e La Bohème.
Il suo repertorio comprende i grandi ruoli della tradizione francese e maggiori ruoli verdiani, come Un ballo in maschera, Otello, Don Carlo, Stiffelio e Rigoletto.
Ha interpretato La morte di Danton (Gottfried von Einem) a Liegi, Bèatrice et Bénedict a La Monnaie, Roi Arthus (Ernest Chausson) a Montpellier, Werther a Genova, oltre che Un ballo in maschera, Otello, Le Chàteau des Carpates a Lione e all’Arsenal di Metz, Tosca (Scarpia) a Saint-Etienne.
In America ha lavorato con Andrè Previn a Pittsburgh (L’Enfant et les Sortilèges), a Los Angeles (Les Troyens e La Traviata), a Chicago (Le Cid), accanto a Placido Domingo.
In Italia ha debuttato al Teatro della Scala con l’opera Dottor Faust e al Maggio Musicale Fiorentino con Cardillac.
Nel corso delle ultime stagioni, Marcel Vanaud ha cantato Nabucco e La Traviata a Maastricht e a Liegi con l’ORW, Tosca e Andrea Chénier a Liegi, Carmen ad Amsterdam, Romeo e Giulietta e I pescatori di perle a Las Palmas, Stiffelio alla Staatsoper di Vienna, Edipo Re a Nizza.
Ha partecipato anche all’Enfance du Christ al Teatro Colon di Buenos Aires, Aida a Genova e Dublino, Il Trovatore a Montpellier, La Damnation de Faust e Rigoletto (ruolo del titolo) a St. Etienne e al Teatro Rendano di Cosenza, Simon Boccanegra (ruolo del titolo) e Thaïs a Tolosa, La Traviata a Carcassonne e Macao in una produzione del Covent Garden, Falstaff a Strasburgo.
Ha debuttato nel ruolo dell’Olandese ne Il vascello fantasma a Liegi, riprendendo questo ruolo nell’agosto 2002 al Festival di Erfurt.
Nel 2002 e nel 2003, ha interpretato Attila (Ezio) e Il Trovatore all’Opera Royal di Wallonie, Andrea Chénier a Dublino, La Reine de Saba a Saint-Etienne, Tosca a Las Plamas e a Cosenza, Manon Lescaut al Teatro della Maestranza di Siviglia, La Damnation de Faust e ha partecipato ad un concerto d’arie d’opera.
Nel marzo scorso ha riproposto Rigoletto a Liegi e a Charleroi e in aprile Tosca a Dublino.
Tra le sue prossime apparizioni ricordiamo Romeo e Giulietta a Macao e ancora Tosca all’Esplanade di Saint-Etienne.
Marcel Vanaud ha registrato l’opera Stiffelio (Stankar), un cd delle grandi arie di Verdi con l’Orchestra dell’Opera Royal di Wallonie, Hèrodiade con l’Orchestre du Capitole di Tolosa, diretta da Michel Plasson, insieme con Thomas Hampson, Josè Van Dam e Cheryl Studer.