Hubert Soudant

direttore d’orchestra

È stato primo direttore dell’Orchestra del Salzburg Mozarteum per quasi dieci anni. Molto richiesto a livello mondiale, ha consolidato la fama di questa formazione orchestrale dandole una connotazione internazionale soprattutto per le grandi interpretazioni in campo sinfonico. Da settembre 2004 il ruolo di Hubert Soudant con l’Orchestra del Salzburg Mozarteum è di primo direttore ospite e, sempre dall’autunno 2004, è stato nominato direttore principale della Tokyo Symphony Orchestra, oltre ad essere invitato regolarmente, come direttore ospite, nei principali centri musicali degli Stati Uniti ed Europa. Durante il Festival estivo 2004 di Salisburgo, Hubert Soudant è stato premiato con l’Anello della Città di Salisburgo e la Medaglia d’Oro d’Onore del Land di Salisburgo per il suo contributo artistico alla città. Hubert Soudant è nato a Maastricht (Olanda), dove ha studiato prima corno e poi direzione d’orchestra con Jean Fournet. Dopo aver vinto numerosi premi in importanti concorsi internazionali di direzione d’orchestra, tra cui il Von Karajan a Berlino e il Cantelli a Milano, è diventato direttore principale della Nouvel Orchestre Philharmonique de Radio France e dell’Orchestra Sinfonica di Utrecht. La sua brillante carriera internazionale è iniziata come direttore ospite a Parigi, in Germania e come direttore principale dell’Orchestra di Parma, dove, nel 1985, è avvenuto il suo debutto lirico. Successivamente ha diretto opere di Verdi e Puccini a Firenze e Bologna. Nel periodo 1985-1988 Soudant è stato primo direttore ospite della Melbourne Symphony Orchestra e, dal 1994 al 2004, direttore principale dell’Orchestre National des Pays de la Loire. Che si tratti d’opera o di concerti, Hubert Soudant dirige le più prestigiose orchestre europee, tra cui i Berliner Philharmoniker, Bamberger Symfhoniker, Wiener Symphoniker. Ha partecipato a festival internazionali quali la Primavera di Praga, Festival di Vienna, Mostly Mozart Festival di New York, Festival Bruckner di Linz e Festival di Spoleto e Ravenna. Nel 1994 Hubert Soudant è stato nominato direttore principale dell’Orchestra del Salzburg Mozarteum. L’interpretazione originale e brillante che egli ha dato del repertorio mozartiano e di opere del periodo classico viennese ha incontrato il favore di pubblico e critica. Entusiastica è stata la risposta anche alla sua versione del repertorio francese, che ama in modo particolare, come pure delle grandi Sinfonie di Bruckner e Mahler. Come direttore lirico, ha riscosso un grande successo non solo con Mozart ma anche, ad esempio, con la Daphne di Richard Strauss. Al Festival di Salisburgo Soudant ha diretto molte splendide matinée dedicate a Mozart, come pure la Jeanne d’Arc di Honnegger alla Grosses Festspielhaus. Molteplici tournée dell’orchestra diretta da Soudant in Europa, Stati Uniti e Giappone hanno ottenuto un’accoglienza trionfale. Durante il 2006 ha diretto, tra l’altro, Don Giovanni, regia di Franco Zeffirelli, e a Tokyo ha riscosso grande successo con Titus, selezionata tra le migliori esecuzioni liriche dell’anno. Nel 2007 alla Fenice di Venezia ha diretto Erwartung di Schoenberg, suscitando un notevole successo. Le sue interpretazioni di Mozart e i Concerti per pianoforte di Beethoven con il solista Valery Afanassiev sono stati registrati su cd. Dal 2008 è stato impegnato in nuovi allestimenti nei teatri lirici di Venezia e Roma e, per la prima volta, ha diretto l’Orchestra Sinfonica di Shangai.