Patrick Simper

basso

biographie

Patrick Simper si è diplomato in canto e opera presso il Conservatorio Nazionale Superiore di Musica e Arte drammatica di Francoforte sul Meno. Contemporaneamente ha portato a termine gli studi di farmacia all’Università di Heidelberg.
Dopo alcuni impegni presso la Alte Oper di Francoforte e il Festival di Bayreuth, ha cantato da solista per due anni al Teatro di Würzburg.
Patrick Simper ha cantato presso i più prestigiosi teatri del mondo, tra cui la Salle Pleyel di Parigi, il Théâtre du Capitole a Tolosa, il Grande Festspielhaus di Baden-Baden, il teatro Rokoko di Schwetzingen, il Pantheon di Roma, l’Accademia Filarmonica di Stato di Mosca, il Palacio de Bellas Artes a Città del Messico, il Classical Music Festival di Abu Dhabi, l’Opéra di Rennes, il Teatro dell’Opera di Strasburgo, il Théâtre des Arts di Rouen, il Teatro dell’Opera di Francoforte sul Meno, e a Dortmund, Mannheim, Essen, Chemnitz, Bremerhaven, Coblenza, Weimar, Treviri, Magonza oltre che al Festival di Solothurn in Svizzera.
Tra i suoi ruoli più importanti segnaliamo Mefistofele (Faust), Osmin (Il Ratto dal serraglio), Sarastro (Il flauto magico), Commendatore (Don Giovanni), Figaro (Le nozze di Figaro), Re Heinrich (Lohengrin), Re Marke (Tristano e Isotta), Fafner (Sigfried), Daland (L’Olandese volante), Filippo II e Il Grande Inquisitore (Don Carlo), Ramfis (Aida), Ferrando (Il Trovatore), Kecal (La sposa venduta), Kaspar (Il franco cacciatore), Van Bett (Zar und Zimmermann), Escamillo (Carmen) e Orest (Elektra).
Il suo repertorio e la sua attività concertistica spaziano dalla Messa da Requiem di Giuseppe Verdi allo Stabat Mater di Rossini, da La Creazione di Haydn a opere di epoche precedenti.
Ha partecipato a una produzione televisiva de Il franco cacciatore nel ruolo di Kaspar per il Süddeutscher Rundfunk a Baden-Baden. A giugno 2011 ha interpretato Osmin dal Ratto dal serraglio in una produzione televisiva di France Télévisions a Parigi.
Patrick Simper parla fluentemente il tedesco, l’inglese, il francese e l’italiano.