Rolf Romei

Tenore


Repertorio: 
opera
oratorio, musica sacra e sinfonico-vocale

 

Il tenore svizzero Rolf Romei ha cominciato lo studio del canto al Conservatorio di Winterthur e si è poi perfezionato alla Scuola Superiore di Musica di Karlsruhe, con Aldo Baldin e con Jean Cox,
Dal 1997 studia col tenore Nicolai Gedda.
Nel 1997 ha ottenuto il primo premio nel „Concorso Svizzera per Giovani Cantanti“ e il secondo nel „Concorso Mozart“ sotto il patrimonio della UNESCO. Al Teatro La Fenice di Venezia. Rolf Romei ha vinto il„Premio Svizzero di Cultura 1999“ .
Dal 1996 al 1999 è stabile nella compagnia del Teatro di San Gallo, dove ha cantato il Conte ne Il Barbiere di Siviglia, il giovane Zingaro in Aleko di Rachmaninoff, Caramello in Una notte in Venezia di Johann Strauss .
Dal 2002 al 2004 ha collaborato col Teatro d’Augsburgo interpretando Don Ottavio nel Don Giovanni, Don Ramiro ne La Cenerentola, Fenton nel Falstaff di Verdi, Alfred nel Pipistrello, Walther von der Vogelweide nel Tannhäuser e Narraboth nella Salome.
Debutta allo Staatsoper di Stoccarda come Oronte nella Alcina di Handel e nella prima mondiale di Giuseppe e Sylvia di Adriana Hölszky, al Teatro di Berna in Svizzera, a Krefeld/Mönchengladbach come Lyonel nella Martha, a Darmstadt (Don Giovanni / Zar und Zimmermann di Lortzing / Enrico (opera moderna di Manfred Trojahn)), al Festival di Edinburgo del 2000 (Alcina), alla Deutsche Oper am Rhein di Düsseldorf (Il Ritorno d’Ulisse in Patria di Monteverdi), al Teatro di Wuppertal come Belmonte nel Ratto dal Serraglio ed al Teatro di Aachen come Idomeneo . Allo Staatstheater d’Oldenburg è stato  Nemorino in L’Elisir d’Amore, di Andres nel Wozzeck, di Belmonte  Tito nella Clemenza di Tito.
Dal 2006  è stabile nella compagnia del Teatro di Basilea dove ha cantato il Faust di Gounod, Il principe nell’Amore delle tre Melarance di Prokofiev, Sou Chong nel Paese del Sorriso di Lehar, Belmonte, Don Ottavio, il Pintore nella Lulu di Berg e Skuratov nella Casa dei Morti di Janacek. Parsifal di Wagner, Principe nella Rusalka di Dvorak, Don José nella Carmen. Prossimamente Canterà l'Idomeneo, il War Requiem di Britten e Lohengrin.
A Berlino ha debutato come Jimmy (Alwa) nella prima mondiale di American Lulu di Olga Neuwirth.
Intensa è l’attività in campo cameristico, dal primo Barocco alla produzione moderna. Ha cantato l’Oratorio di Natale di Bach con J.E. Dähler a Berna, la Passione di San Matteo a San Gallo, le Stagioni di Haydn a Konstanz. Al Festival Internazionale di Musica di Lucerna canta nel Davidde penitente di Mozart e nella Passione di San Giovanni di Bach sotto la direzione di Alois Koch. Con la Filarmonia di Berlino ha cantato l’oratorio sinfonico Golgotha di Frank Martin e a Roma  nella Creazione di Haydn e nel Requiem di Mozart; con Michel Corboz ha registrato la Missa in Do di Mozart per la Radio Svizzera.
Con Helmuth Rilling ha eseguito la prima europea del Credo di Penderecki a Cracovia, seguito da concerti a San Peterburgo, Stoccarda e Leipzig e successivamente con la Filharmonia di Warszawa sotto Kazimierz Kord. Sotto la direzione di Maestro Rilling ha cantato la Creazione a Los Angeles e Madrid, la Missa in la bemoll maggiore di Schubert a Santiago de Compostela, e la Missa in si bemoll minore di Bach a Minneapolis. Col Maestro Muhai Tang, direttore dell’Orchestra e Coro della Fondazione Gulbenkian ha cantato il Stabat Mater di Dvorak a Lisboa e Porto.