Gioele Mugliado

Direttore d'orchestra

 

 

Repertorio

Cinema e Musica

Fotografie

www.gioelemuglialdo.it

 

 

Musicista eclettico e versatile, frequenta con piena padronanza di stile un vasto e variegato repertorio che  - imperniato sulla musica 'classica' (sinfonica, lirica, cameristica) - si estende al musical, alla musica da film, sino alla musica americana ai confini col Jazz.

Giovanissimo si diploma brillantemente in Composizione e Direzione d'Orchestra presso il Conservatorio G. Verdi di Torino; viaggiando in tutta Europa si perfeziona poi nella direzione d'orchestra con vari docenti di scuola russa tra i quali Yuri Ahronovitch. Ottiene il secondo posto al "IV International Cours and Competition" di Budapest dove dirige l'Hungarian Symphony Orchestra. Fondamentale è anche l'incontro con il maestro Nello Santi che segue per diversi anni in varie produzioni.

Numerose le orchestre dirette in Italia, Europa e Sudamerica, tra le quali: Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Filarmonica Arturo Toscanini, Orchestra ‘I Pomeriggi Musicali’ di Milano, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra del Teatro Donizetti di Bergamo, Westfalen New Philharmonic Orchestra, Solisten der Essener Philharmoniker, Rousse State Philharmonic, Thessaloniky State Orchestra, Plovdiver Symphoniker, Orchestra del Teatro ‘Novaja Opera’ di Mosca, Orchestra Sinfònica Nacional del Perù. 

Nel corso della sua carriera ha affinato specifica competenza tecnica nell’ambito della vocalità grazie anche alla sua esperienza come pianista preparatore.  Significativo il suo interesse per la musica sacra che lo ha visto protagonista nell’ambito di manifestazioni di grande rilievo come il Concerto Sacro diretto nella Plaza Mayor di Lima in commemorazione del Venerdì Santo e il Requiem di Faurè presso la Cattedrale Metropolitana di Torino. E’ stato invitato a dirigere la Macedonian Philharmonic Orchestra a Skopie (Macedonia) con la quale ha diretto la colonna sonora del film muto "Metropolis" di Fritz Lang.
Grazie all'acquisizione della peculiare tecnica della “sincronizzazione” tra musica e immagine e all’esperienza già maturata in questo settore (citiamo la recente collaborazione col Museo Nazionale del Cinema di Torino e la RAI), Muglialdo si colloca infatti nel novero molto ristretto degli specialisti di questo ‘genere’ oggi in piena renaissance. Numerosi sono i nuovi ed anche ‘inediti’ progetti futuri che si aggiungono ad un già consolidato repertorio.
Il suo interesse per il cinema lo ha portato quindi ad avvicinarsi anche al grande repertorio americano con “One night on Broadway – Songs & Chansons del grande schermo”, prodotto dalla Fondazione Toscanini, in cui ha fatto tesoro della sua passione per la musica 'leggera' e jazzistica. Numerose sono infatti le strumentazioni e gli arrangiamenti per orchestra sinfonica e ritmico-sinfonica che gli sono stati commissionati da diverse istituzioni.