Andreas Macco

basso

 

Di origine tedesca, Andreas Macco si è diplomato a Stoccarda in pianoforte, canto, composizione e direzione d’orchestra. Si è poi perfezionato all’Accademia di Francoforte e a quella di Vienna, dove si è diplomato in Lied con Walter Berry e opera, ha poi frequentato le masterclass di Nina Dorliac.
Dopo aver vinto un concorso ad Hannover, Andreas Macco è entrato a far parte della compagnia dello Staatsoper Hannover dove è rimasto per alcuni anni, interpretando ruoli quali
Sarastro ne Il flauto magico, Mefistofele ne La damnation de Faust, Sparafucile in Rigoletto, Banco in Macbeth, Figaro, Alvise ne La Gioconda e La Roche in Capriccio di Richard Strauss.
Dal 1999 al 2001 è stato primo basso all’Opera di Francoforte, dove ha debuttato i ruoli di
Daland in L’olandese volante, Leporello in Don Giovanni, Don Alfonso in Così fan tutte, Seneca ne L’incoronazione di Poppea, Swallow in Peter Grimes di Britten e l’Eremita in Der Freischütz di Carl-Maria von Weber.
Ha proseguito la sua carriera interpretando a Bonn ruoli come
Fiesco in Simon Boccanegra e i personaggi di Lindorf, Dappertutto, Mirakel e Crespel in Les contes d’Hoffman di Offenbach e Saul di Händel. E’ stato ospite dei Festival di Bregenz (1995) e di Salisburgo, dove ha cantato nel Wozzeck di Alban Berg diretto da Claudio Abbado per la regia di Peter Stein; ha partecipato anche alle produzioni del Wozzeck  del Teatro alla Scala di Milano, con la direzione di James Conlon, del Teatro Comunale di Firenze con Zubin Mehta e di Bologna con la direzione di Gary Bertini.
E’ tornato poi al Festival di Salisburgo con Il flauto magico diretto da Christoph von Dohnanyi e  La damnation de Faust di Berlioz diretta da Sylvain Cambreling; e alla Scala per cantare in La donna senz’ombra di Richard Strauss diretta da Giuseppe Sinopoli.
Le ultime stagioni lo hanno visto impegnato nei ruoli di
Fasolt ne L’oro del Reno a Zurigo, diretto da Franz Welser-Möst per la regia di Robert Wilson e Filippo II nel Don Carlo a Pisa, Lucca, Livorno , Brescia e Rovigo; al Teatro alla Scala di Milano ha interpretato il ruolo di Crespel in Les Contes d’Hoffmann.
E’ recente l’impegno in Wozzeck al Teatro Sao Carlos a Lisbona.
Andreas Macco alterna l’attività operistica con un’altrettanto intensa attività concertistica; nel 2001 ha partecipato a una tournée europea con Franz Welser-M
öst con la Sinfonia n. 8 di Mahler a Salisburgo, Lucerna, Bolzano, Vienna e Atene; al Festival di Pasqua di Salisburgo ha cantato la Passione secondo Matteo di Bach con i Berliner Philharmoniker e  la direzione di Claudio Abbado e la Nona sinfonia di Beethoven a Mosca, con la direzione di Fedoseyev e a Francoforte con Michael Gielen.