Tea Demurishvili

mezzosoprano

 

Nata a Tblisi in Georgia, Tea Demurishvili si è diplomata in pianoforte e ha studiato canto all’Accademia di Tblisi. Dal 1994 al 1996 ha frequentato l’Accademia di Osimo sotto la guida di Sergio Segalini e Mario Melani; si è poi perfezionata con Magda Olivero all’Associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala, alle master class di Maria Chiara e al Conservatorio di Milano sotto la guida di Giovanna Canetti.
Nel 1996 è stata vincitrice del Concorso del Centro Lirico Sperimentale di Adria.
Nel 1998 ha debuttato i ruoli di Carmen, Amneris e Adalgisa a Madrid, mentre al Festival di Wexford  ha cantato I cavalieri d’Ekebu di Zandonai.
Nel 1999 ha ottenuto un grande successo personale nella Parisina di Mascagni al Festival di Radio France a Montpellier, dove è tornata l’anno seguente per interpretare il ruolo di Cassandra nell’opera di Gnecchi e partecipare alla produzione dell’Aleksandr Nevskij di Prokof’ev; nel 2000 ha cantato Amneris con la London Symphony Orchestra, ha debuttato poi al Teatro Massimo di Palermo con Charlotte nel Werther di Massenet e in Sadko di Rimskij-Korsakov e La piccola volpe astuta di Janacek al Teatro La Fenice di Venezia, qui è stata nuovamente invitata nel 2001 per Suzuki in Madama Butterfly. Nello stesso anno ha impersonato Azucena al Teatro Regio di Parma per le celebrazioni del Festival Verdiano, ruolo che ha riproposto al Teatro Comunale di Modena e al Teatro San Carlo di Lisbona. Ha poi ampliato il suo repertorio con i personaggi di Maddalena al Teatro Massimo di Palermo, Preziosilla a Lima, Carmen a Sassari e Adalgisa a Las Palmas, Ulrica in Messico e a Philadelphia.
Tea Demurishvili tiene regolarmente concerti in Italia, Francia, Germania, Svizzera, Argentina e Sudafrica. Ha cantato la Nona Sinfonia di Beethoven a Saragozza diretta da Gianandrea Noseda con l’Orchestra di Cadaquès, la Petite Messe Solennelle di Rossini alla Fenice di Venezia, i Canti e danze della morte di Mussorgskij al Festival di Stresa e a Montpellier sotto la direzione di Peter Schneider, la Messa da requiem di Verdi a Città del Messico, Santiago de Compostela, Parigi, Tblisi e Barcellona.
Tra gli impegni più recenti segnaliamo la partecipazione all’opera Il matrimonio di Mussorgskij al Teatro de la Maestranza di Siviglia e alla cantata Aleksandr Nevskij di Prokof’ev al Massimo di Palermo e al Regio di Torino; l’artista è stata poi impegnata in Russia come Amneris in Aida di Verdi con la regia di Franco Zeffirelli. Recentemente ha concluso il suo impegno come Azucena ne Il Trovatore a Tel Aviv dove è stata nuovamente invitata per la prossima stagione con i ruoli di  Preziosilla ne La forza del Destino di G. Verdi e La Cieca ne La Gioconda di Ponchielli. Lo scorso marzo è stata Amneris in Corea. In Giugno e Luglio ha cantato Azucena con l’Orchestra Toscanini a Vigoleno e in Luglio a Savona; fra i futuri impegni, si segnala Carmen ancora a Tel Aviv.
Tea Demurishvili ha cantato sotto la direzione di Jean-Claude Casadesus, Daniele Callegari, Raynald Giovaninetti, Juri Ahronovich, Isaac Karabtchevsky, Zoltan Pesko, e ha collaborato con registi quali Beni Montresor, Pier Luigi Pizzi, David Pountney e Dieter Kaegi, Bob Wilson, Ken Russell.